Vigilanza corrente

Un organismo di vigilanza ha il compito di verificare regolarmente se i gestori patrimoniali e i trustee rispettino le leggi sui mercati finanziari alle quali sono assoggettati, in particolare le LIsFi, LRD, LSerFi e LICol.

Per esercitare la propria vigilanza, l’organismo di vigilanza può effettuare esso stesso la revisione dei suoi assoggettati o farla fare da una società di audit abilitata.

Per la revisione ordinaria dei suoi assoggettati, OSFIN sceglie di ricorrere a delle società di audit che avrà precedentemente abilitato. In particolare, gli assoggettati di OSFIN si impegnano ad incaricare una società di audit abilitata per una revisione entro il termine prescritto, ossia fino al 30 giugno di ogni anno. La società di audit fattura direttamente all’assoggettato il costo del controllo.

OSFIN può portare la frequenza degli audit ad una volta ogni quattro anni al massimo in funzione dell’attività dell’assoggettato e dei rischi corrispondenti. Durante gli anni in cui non si svolgono revisioni periodiche, i gestori patrimoniali e i trustee presentano a OSFIN un rapporto sulla conformità delle loro attività con le prescrizioni legali, in forma standardizzata.

Per quanto riguarda il contenuto dell’audit, la FINMA stabilisce i principi in materia di attività di audit svolta dagli organismi di vigilanza, di controlli a campione e di sistema di rating. OSFIN è pienamente conforme a queste linee guida.

In casi particolari, segnatamente in caso sospetto di infrazioni o di irregolarità non regolarizzate, OSFIN può decidere altre misure di sorveglianza che sono a carico dell’assoggettato (controlli in loco, colloqui di vigilanza e procedimenti di enforcement).

Abilitazioni

OSFIN concede le abilitazioni alle società di audit e agli auditor reponsabili che desiderano esercitare l’audit presso i propri assoggettati. Le condizioni di autorizzazione sono fissate agli art. 13 e 14 OOV (art. 16 OOV per la disposizione transitoria).

I formulari di richiesta di abilitazione sono disponibili qui :

L’esame delle richieste sarà addebitato forfettariamente per CHF 1’000.- per società di audit (nessun supplemento per le abilitazioni degli auditor reponsabili).

Inoltre, un importo forfettario di CHF 500.- sarà addebitato una volta all’anno a ogni società di audit per coprire le spese legate alla vigilanza della società e all’aggiornamento del dossier. Si rinuncia alla fatturazione dell’importo forfettario di vigilanza per gli anni 2020-2021.